Ultime notizie

Il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, ha incontrato il presidente del consiglio nazionale dell’ordine degli psicologi, David Lazzari.

Al centro dell’incontro la condivisa necessità di andare avanti sulla piena collaborazione tra la scuola italiana e gli psicologi per arginare fenomeni di disagio e sofferenza tra gli studenti, in particolare in questa fase caratterizzata dal pesante impatto della pandemia.

Per questo, sarà ulteriormente rafforzato il protocollo d’intesa esistente tra Istruzione e ordine degli psicologi. Durante l’incontro è emerso che oltre il 70% degli Istituti ha attivato azioni di consulenza psicologica in favore degli studenti, un dato significativo ma ancora non sufficiente per garantire il supporto richiesto dall’emergenza sanitaria.

Il MI comunica che dal 16 al 19 marzo 2021 quest’anno Fiera Didacta Italia si svolgerà interamente Online. Considerando l’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia in corso, si è resa necessaria una conversione in fiera digitale dell’evento, scelta che però non limiterà in alcun modo l’accesso e la fruibilità dei contenuti per tutti i partecipanti

Il Programma scientifico, redatto da INDIRE, è online ed è possibile consultare ed iscriversi agli eventi scegliendo fra: Workshop Immersivi, Seminari e Convegni.

Nei tre giorni di Fiera Didacta Italia, con il link ricevuto è possibile accedere alle Sale Virtuali nelle quali si svolgono le sessioni formative, ed è prevista la possibilità di interagire con gli speaker delle sessioni stesse.Per le sole sessioni formative dei Workshop Immersivi e i Seminari è previsto il rilascio dell’attestato di partecipazione con riconoscimento dei crediti formativi.

L’iscrizione alla fiera dà accesso al percorso espositivo di Fiera Didacta Italia 2021, sono possibili visite agli stand virtuali e incontri online con gli espositori.

Le novità di quest’anno riguardano i Dirigenti Scolastici che, oltre ad avere sessioni formative specifiche, possono avere un canale diretto di contatto con le aziende espositrici realizzando una “Agenda di appuntamenti” prefissata con i referenti degli stand, accedere all’ambiente di gestione degli appuntamenti e alle Sale Virtuali nelle quali si svolgono gli incontri one-to-one in modalità video-call.

Altra novità riguarda l’organizzazione di “eventi speciali” dedicati agli studenti, di una classe o più classi di una stessa scuola, per i quali la partecipazione è totalmente gratuita, previa registrazione di un docente per classe.

Sul sito https://fieradidacta.indire.it/it/è possibile reperire ulteriori informazioni relative al programma scientifico e a tutte le novità dell’edizione 2021.

Nella mattinata di ieri, 24 febbraio, il ministro Bianchi ha incontrato i sindacati della scuola focalizzando e condividendo tre impegni:avere tuttii docenti in cattedra il 1° settembre, accelerazione sui vaccini, utilizzare al meglio i fondi del Recovery Plan. Impegni non da poco.

Mettere in cattedra tutti dal 1° settembre, è stato il primo impegno dichiarato di tutti i ministri che si sono avvicendati finora, ma senza alcun risultato minimamente apprezzabile. A fare il paio con questo impegno c’è stato l’annuncio dell’ennesimo tavolo su reclutamento, formazione continua e mobilità, sostenuto dalla urgenza di promuovere“operazioni strutturali”, necessarie per “uscire dalle azioni congiunturali e dalla continua emergenza”.

Sui vaccini, Bianchi ha sostenuto la necessità di “vaccinare il personale il prima possibile” riconoscendo che “bisogna andare a scuola sentendosi in sicurezza”. Al riguardo, in raccordo con il ministro della Salute, Speranza, sta monitorando la situazione relativa ai contagi e alle varianti del Covid-19.

In ordine all’impegno di utilizzare al meglio i fondi del Recovery Plan, il ministro dell’Istruzione ha spiegato. «Insieme dobbiamo lavorare per una scuola in cui l’eguaglianza sia il punto di partenza, una scuola inclusiva, accogliente, capace di rispondere ai bisogni di tutte le studentesse e tutti gli studenti. Riportarla al centro del Paese deve essere il nostro primo obiettivo. Abbiamo una straordinaria opportunità rappresentata dal Next generation Eu, un’importante quota di investimenti con cui possiamo disegnare insieme una scuola nuova». La scuola, ha proseguito il Ministro, «è sempre stata aperta in questi mesi, in presenza o a distanza, ha dimostrato capacità di reagire, ha lavorato per mantenere la continuità. Ha dovuto e saputo innovarsi, come mai era avvenuto prima. Dobbiamo valorizzare il lavoro fatto, è un patrimonio da raccogliere e diffondere». 

Per rendere concretamente efficace questa opportunità, Bianchi ha annunciato che ci sarà anche un tavolo sulla trasparenza dei dati.

A conclusione dell’incontro, il ministro ha manifestato la volontà di incontrare con regolarità le organizzazioni sindacali, attivando un “dialogo continuo”. Disponibilità che le rappresentanze sindacali hanno mostrato di apprezzare.

La variante inglese del Covid si è abbattuta sulle scuole e desta molte preoccupazioni perché colpisce con più efficacia i minori, pur senza gravi effetti sulla loro salute) e sta costringendo a sospendere le lezioni in molte situazioni, a cascata su tutto il territorio nazionale.

L’Istituto superiore di sanità informa che il 17,5 per cento dei nuovi casi positivi, nell’ultimo mese, è rappresentato da under 18, percentuale che, nei primi mesi della pandemia, era attorno al 2-3 per cento. Nel Lazio ci sono tre città in zona rossa (Colleferro, Carpineto Romano e Roccagorga) e tutti i focolai sono stati originati dalle scuole. In Roma, riferiscono le cronache, ogni giorno c’è almeno un istituto che dispone classi in quarantena a causa dei contagi.

L’azienda sanitaria di Milano ha calcolato il numero di positivi tra studenti e insegnanti, rilevando che, dall’inizio dell’anno scolastico, l’Ats Città Metropolitana di Milano ha ricevuto segnalazioni di 12.778 casi positivi a Sars-CoV-2, di cui 8.943 alunni e 3.835 operatori.

L’ISS afferma che la variante inglese circola in maniera sempre più sostenuta e probabilmente è destinata a diventare quella prevalente nei prossimi mesi.

Il Tar Puglia ha sospeso l’ordinanza regionale con la quale sabato scorso il presidente Michele Emiliano aveva chiuso tutte le scuole, dall’asilo alle superiori, fino al 5 marzo, accogliendo il ricorso presentato dal Codacons Lecce e da un gruppo di genitori.

Lasentenza, pur riconoscendo il fatto che le Regioni possano introdurre misure derogatorie più restrittive rispetto a quelle disposte dal Governo nazionale, rileva che tali misure devono essere provvisorie e ragionevolmente coerenti con la classificazione del livello di gravità dell’emergenza in ambito regionale, mentre la Puglia al momento è classificata in zona gialla. E qualora fosse vera che l’esigenza fondamentale è quella dichiarata di consentire l’attuazione del piano vaccinale degli operatori scolastici il provvedimento regionale impugnato dovrebbe avere una durata molto più lunga. In tal caso, però, si rischierebbe di compromettere definitivamente l’anno scolastico e vanificare l’apporto didattico e formativo in violazione dei livelli essenziali di prestazioni fissati dallo Stato mediante provvedimenti governativi.

La questione sarà discussa nel merito il prossimo 17 marzo nel corso dell’udienza collegiale.

Con decreto direttoriale n. 183 del 16.02.2021 è stata disposta la assegnazione dei fondi a favore degli Uffici scolastici regionali per il finanziamento delle sezioni primavera per l'anno 2021secondo il piano di riparto allegato.

La somma complessiva pari ad euro 9.907.187,00 graverà sul cap. 1466/1 dello stato di previsione della spesa per l’esercizio finanziario 2021, missione 22, programma 8, azione 2.

Su proposta del Presidente Mario Draghi e del Ministro della salute Roberto Speranza,il Consiglio dei Ministri, ha approvato un decreto legge che proroga il divieto di spostamenti tra Regioni diverse o province autonome fino al 27 marzo. Vengono fatti salvi, in questo modo, gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o motivi di salute. Resta comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione. Fino al 27 marzo 2021, nelle zone rosse, non sono consentiti gli spostamenti verso abitazioni private abitate diverse dalla propria, salvo che siano dovuti a motivi di lavoro, necessità o salute.

Il provvedimento si intende esteso, naturalmente, anche al personale scolastico che lavora fuori sede, quindi anche agli studenti che studiano lontano da casa. Anche a tutti loro è consentito il rientro presso la propria residenza o domicilio.

Con nota 7580 del 19 febbraio, il MI informa che la Feder A.T.A ha proclamato lo sciopero nazionale degli assistenti amministrativi facenti funzione di DSGA.

Il Ministero comunica che lo scorso 19 febbraio si sono concluse le prove del concorso straordinario per la scuola secondaria di primo e secondo grado. I candidati presenti sono stati 56.101, pari all’84,9% di quelli previsti.

Per lo svolgimento delle procedure concorsuali sono state utilizzate 5.832 aule, pari a una media di 9,6 candidati per aula, che hanno tutti seguito uno specifico protocollo di sicurezza. Le classi di concorso coinvolte sono state 109. Le giornate di prove sono state in tutto 13. Il concorso ha preso il via lo scorso 22 ottobre.

Il concorso prevede l’assegnazione di 32.000 posti. Le commissioni hanno già iniziato le correzioni delle prove scritte che dovranno essere completate in tempo per l’avvio del prossimo anno scolastico.

Nel documento di proposte da consegnare al governo, la Conferenza delle Regioni si è espressa anche in merito alla vaccinazione anti Covid-19 degli insegnanti pendolari evidenziando la necessità che “ogni Regione sia messa nelle condizioni di poter garantire la vaccinazione ai propri insegnanti residenti ed assistiti, indipendentemente dalla Regione in cui prestano servizio”, ciò in conseguenza del verificarsi di regioni che escludono dalla vaccinazione i lavoratori che non vi risiedono.

La ministra degli Affari regionali Mariastella Gelmini si è impegnata a portare la questione all’attenzione del Governo, in occasione del CdM fissato per oggi, lunedì 22 febbraio.

Copyright © 2010 Euroedizioni Torino
Via G. Amati 116/7 - 10078 Venaria Reale (TO)
Tel. +39 0112264714 Fax. +39 011 2730803 P.I. 07009890018

Questo sito web utilizza i cookie per essere sicuri di ottenere la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo