Domanda

Il Ministero, come è noto, non ha prorogato il termine di approvazione del programma annuale per l’anno 2008. Tuttavia, volendo rispettare il termine di approvazione del 15 dicembre, non sappiamo come programmare i compensi accessori, considerate le modifiche apportate con il contratto siglato il 29 novembre 2007.Cosa ne pensate in proposito? 

Risposta

Con l’art. 85 del  nuovo contratto collettivo di lavoro siglato il 29/11/2007 vengono modificati i parametri di attribuzione delle risorse alle scuole per l’erogazione dei compensi accessori, non solo, ma vengono modificati anche gli importi dei compensi accessori. In particolare, per quanto concerne la determinazione delle risorse del Fondo d’istituto, sono previsti i  seguenti tre parametri:

  • a)  il numero di punti di erogazione del servizio (plessi, sedi, serali, scuole ospedaliere, scuole carcerarie) e quindi alla diversa complessità delle scuole.
  • b) il numero degli addetti, docenti ed ATA, della scuola in organico di diritto per l'anno di riferimento. 
  • c) il terzo parametro è specifico per la scuola secondaria di secondo grado (con riferimento alle risorse ex-IDEI). 

Tuttavia, tale disposizione non è immediatamente operativa, in quanto l’art. 85 c. 3  prevede  una sequenza contrattuale anche sul fondo, vale a dire sui parametri in base ai quali il MPI invierà le risorse alle scuole. Si suppone a decorrere dal 1 gennaio 2008, ma la data dovrà essere stabilita nella sequenza stessa. Di conseguenza, la programmazione delle risorse del fondo d’istituto non dovrebbe subire modificazioni, anche se dal 29/11/2007 è entrato in vigore il nuovo contratto che modifica, oltre ai criteri per determinare il fondo d’istituto, anche la misura dei compensi accessori che devono essere imputati al fondo stesso.

Quindi, a nostro parere, la contrattazione d’istituto va fatta ancora sulla base del FIS calcolato con i parametri previsti dalla nota ministeriale n. 1609 del 2/12/2003. Una volta conclusa la sequenza contrattuale e, quindi, conosciuti i nuovi importi e, soprattutto, le decorrenze stabilite dalla sequenza stessa, si potrà fare il punto sulla effettiva consistenza del FIS per quanto riguarda la quota degli 8/12 del 2008.

A tal fine, una volta conosciuti definitivamente gli importi, si renderà necessaria una variazione al programma annuale. Anche l'eventuale rideterminazione quantitativa delle attività programmate andrà verificata, dal momento che si dovrà tenere conto dei nuovi importi per le attività aggiuntive d'insegnamento. Difatti, dal 1° gennaio 2008 entreranno in vigore le nuove tariffe per il pagamento delle ore aggiuntive al personale docente ed ATA previste dalle  tabelle allegate al contratto. Tuttavia, anche per le ore aggiuntive d'insegnamento e per le ore eccedenti (quindi art. 30 e primi due parametri della tab. 5), è prevista una specifica sequenza contrattuale (art. 90 c. 6). Per cui si dovrà attendere l'esito di tale contrattazione per conoscere gli effetti e, soprattutto, le decorrenze degli aumenti. 

Quindi, la data del 1° gennaio 2008 non è ancora definitiva.

Copyright © 2010 Euroedizioni Torino
Via G. Amati 116/7 - 10078 Venaria Reale (TO)
Tel. +39 0112264714 Fax. +39 011 2730803 P.I. 07009890018

Questo sito web utilizza i cookie per essere sicuri di ottenere la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo