Ultime notizie

La Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha partecipato, il 22 gennaio, in videoconferenza, alla riunione informale dei Ministri dell’Istruzione dell’Unione Europea, organizzata dalla Presidenza Portoghese del Consiglio dell’Unione Europea.

L’incontro, dal titolo “Verso il Vertice Sociale di Porto - Il contributo dell’istruzione e della formazione”, si è svolto con l’intento di favorire una riflessione congiunta sul contributo dell’istruzione e della formazione al Pilastro europeo dei diritti sociali, in vista del Vertice Sociale dei Capi di Stato e di Governo dell’Ue, in programma il 7 e l’8 maggio prossimi a Porto.

Nel suo intervento, la Ministra ha detto: “Credo fermamente che la lezione principale appresa durante la pandemia Covid-19 risieda nella crescente consapevolezza del ruolo fondamentale svolto dall’istruzione e dalla formazione per accrescere la resilienza e promuovere lo sviluppo e il benessere delle popolazioni e dei Paesi europei. Tra i risultati più rilevanti del Pilastro europeo dei diritti sociali, che sancisce una serie di principi e diritti fondamentali in ambito sociale - ha spiegato - vi è il rinnovato impegno ad offrire ai nostri bambini, giovani e adulti un’istruzione, una formazione e un apprendimento permanente di alta qualità e inclusivo, insieme a misure specifiche per rafforzare le pari opportunità dei gruppi più vulnerabili”.

Permangono - ha aggiunto la Ministra - sfide persistenti nel combattere gli scarsi risultati scolastici e nel contrastare ulteriormente il fenomeno dell’abbandono scolastico e le diseguaglianze nell’istruzione. Sfide che sono state esacerbate dalla pandemia”. Infine, ha concluso Azzolina: “Ora più che mai, l’istruzione e la formazione svolgono un ruolo fondamentale per preservare e migliorare la nostra società a rischio e rafforzare il nostro modello sociale europeo”.


 

Il MI comunica che martedì 26 gennaio, alle ore 18.30, si terrà il primo webinar  su “I nuovi modelli PEI e le modalità di assegnazione delle misure di sostegno”.  L’evento, che vedrà la partecipazione della Ministra Lucia Azzolina, intende avviare le misure di accompagnamento alle novità introdotte dal decreto interministeriale 29 dicembre 2020, n. 182.

Il decreto è corredato di apposite Linee guida e comprende i quattro nuovi modelli di PEI (per la scuola dell’infanzia, primaria, secondaria di primo e secondo grado), la scheda per l’individuazione del bisogno di supporto per l’alunno, nonché una tabella per l’individuazione dei fabbisogni di risorse professionali per il sostegno e l’assistenza.

L’adozione del nuovo strumento e delle correlate linee guida implica la necessità di tornare a riflettere sulle pratiche di inclusione e costituisce una guida per la loro eventuale revisione e per il loro miglioramento.

Link:Canale YouTube del MI

CORSO DI PREPARAZIONE ALLA PROVA ORALE CONCORSO DIRETTORE SGA

Vengono offerti

- 16 Videolezioni specifiche finalizzati alla preparazione della prova orale +  IL MANUALE PER LA PREPARAZIONE AL CONCORSO DIRETTORE SGA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE a cura di A, Armone, R. Callà, M.R. Tosiani - Pagine 890,

Nel corso dei webinar vengono affrontati e discussi solo casi di scuola inerenti le funzioni del Direttore sga.

In dotazione verrà anche fornita una guida pratica su come affrontare la prova orale - Costo del corso solamente 100,00 euro

Per apprezzare pienamente il programma delle 16 Videolezioni  che vi proponiamo è necessario tenere presente  quanto stabilito dall'art. 14 del Bando dove è previsto che: "La  prova  orale,   volta   a   accertare   la   preparazione professionale del candidato, consiste in: 

·un quesito  sulle materie d'esame di cui all'Allegato B del decreto ministeriale, già oggetto sia della prova preselettiva che di quella scritta, ma volto a verificare lapreparazione professionale;

Di recente il Consiglio di Stato si è pronunciato (sentenza 638/2021) in merito alla bocciatura di un alunno di scuola secondaria di primo grado nel caso in cui il provvedimento sia mancante di motivazione personalizzata.Nell’esercizio della propria «discrezionalità tecnica», si rileva, il Consiglio di Classe può legittimamente rifiutare l’ammissione dell’alunno alla classe successiva, ma occorre che la decisione sia corredata da «motivazione dedicata», dovendo indicarsi le ragioni per le quali nel caso concreto, avuto riguardo alla posizione del singolo studente, non possa operare la regola generale di prosecuzione del percorso di studi con l’ammissione alla classe successiva o all’esame conclusivo.

Si ricorda, infatti, la disciplina che impone all’istituto scolastico, nell’ambito della propria autonomiaorganizzativa e didattica, di attivare specifiche “strategie” per il miglioramento dei livelli di apprendimento, una volta rilevate, all’esito delle valutazioni periodiche o finali degli alunni, carenze nell’acquisizione dei livelli di apprendimento in una o più materie. Necessitano, pertanto, non solo le valutazioni periodiche in corso di anno scolastico, ma anche le valutazioni finali. In tal modo si evidenzia la necessità che l’istituto scolastico attivi i percorsi di recupero, una volta accertata una carenza nell’acquisizione dei livelli di apprendimento riferita al singolo studente, non soltanto nel corso dell’anno scolastico, all’esito della valutazione periodica negativa riportata dall’alunno, ma anche successivamente, tenendo conto della valutazione finale negativa all’uopo espressa.

La valutazione finale negativa non giustifica di per sé la bocciatura: occorre comunque verificare se le carenze rilevate al termine dell’anno scolastico possano essere recuperate dall’alunno successivamente, mediante corsi azioni di recupero da attivare allo scopo.

Intervenendo alla riunione di maggioranza con gli esponenti delle commissioni di Camera e Senato, la Ministra Azzolina ha anticipato che occorre decidere a breve in merito agli Esami di Stato“per dare certezze alle scuole e agli studenti e offrire un quadro chiaro”.

Per la Maturità “si terrà conto dell’anno in corso ma dovrà essere comunque un esame completo, serio, capace di offrire un quadro adeguato delle competenze degli studenti “. Al momento, comunque, non è stata presa alcuna decisione definitiva.

Si pensa ad una riproposta della formula dell’anno scorso, però circolano due ipotesi.

La prima ipotesi vede una sola prova orale, in presenza, davanti a una commissione di docenti interni, con il presidente esterno. L’alternanza scuola-lavoro e prove Invalsi non dovrebbero essere requisito di ammissione agli esami. 

La seconda ipotesi prevede una prova scritta e un colloquio. Quanto all’Invalsi, obbligatorio ai fini della maturità, si pensa di far svolgere le prove in vista dei recuperi degli apprendimenti.

In ogni caso, appare scontato che non ci sarà un’ammissione generalizzata, come un anno fa, ma si terrà conto del rendimento scolastico.


 

Sul sito del Ministero dell’Istruzione sono pubblicate le nuove date delle prove ancora da espletare del concorso straordinario per la scuola secondaria di primo e secondo grado. Le prove si svolgeranno fra il 15 e il 19 di febbraio, con una media di 10 candidati per aula, dunque nei limiti previsti dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dello scorso 14 gennaio 2021.

L'elenco delle sedi d'esame, con la loro esatta ubicazione e l'indicazione della destinazione dei singoli candidati, sarà comunicato dagli Uffici Scolastici Regionali responsabili della procedura almeno quindici giorni prima della data di svolgimento delle prove stesse nei rispettivi Albi e sui siti Internet.

I posti in concorso sono 32mila, considerando l’integrazione degli 800 posti aggiuntivi rispetto al bando iniziale, a fronte di oltre 64mila candidati.

Ad oggi risultano svolte il 60-70% delle prove, con assenze intorno al 20%. Rimangono ancora da valutare oltre il 30% dei candidati.

Ogni ulteriore informazione e documentazione relativa alla procedura concorsuale è disponibile all’indirizzo https://www.miur.gov.it/web/guest/procedura-straordinaria-per-immissione-in-ruolo-scuola-secondaria.

Sciopero generale proclamato dalle Associazioni Sindacali S.I. COBAS Sindacato Intercategoriale Cobas e SLAI COBAS per il sindacato di classe. Lo sciopero riguarda tutte le categorie e settori lavorativi pubblici, privati e cooperativi

Le istituzioni scolastiche avranno cura di adottare tutte le soluzioni a loro disponibili (es: pubblicazione su sito web della scuola, avvisi leggibili nei locali della scuola, ecc.) in modo da garantire la più efficace ottemperanza degli obblighi previsti in materia di comunicazione. Per lo stesso motivo la presente nota verrà pubblicata tra le news del Sito Web di questo Ministero.

Le amministrazioni “sono tenute a rendere pubblico tempestivamente il numero dei lavoratori che hanno partecipato allo sciopero, la durata dello stesso e la misura delle trattenute effettuate per la relativa partecipazione.


 

Una circolare Inps riferita all’articolo 22 bis della legge 176/2020, precisa che i genitori dei ragazzi di seconda e terza media che, a causa della zona rossa, non possono frequentare la scuola in presenza, possono chiedere il congedo parentale con un’indennità al 50% della retribuzione purché lavoratori dipendenti e purché non sia possibile lavorare in modalità agile.

Il congedo può essere chiesto per il periodo di sospensione dell’attività didattica a partire dal 9 novembre 2020 data di entrata in vigore del decreto 149/2020 epuò essere utilizzato anche da parte di genitori lavoratori dipendenti di figli con disabilità in situazione di gravità accertata iscritti a scuole di ogni ordine e grado o a centri diurni per i quali è stata decisa la chiusura.

Il congedo può essere fruito da uno solo dei genitori oppure da entrambi, ma non negli stessi giorni. Non è necessaria la convivenza del genitore con il figlio per cui si chiede il congedo. Non è possibile fruire del congedo negli stessi giorni in cui l’altro genitore stia svolgendo attività di lavoro in modalità agile concesso per esigenze legate allo stesso figlio né quando l’altro genitore stia fruendo del medesimo congedo, per lo stesso figlio. Il congedo è possibile negli stessi giorni in cui l’altro genitore stia fruendo del congedo per un altro figlio di entrambi i genitori.


 

Presentando al Ministero gli interventi per contrastare le povertà educative che saranno realizzati in collaborazione con il Terzo settore e l’Associazionismo, la Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha ricordato: “La crisi ha pesato e pesa in modo diverso sui nostri studenti. Chi appartiene alle fasce deboli paga due volte questa emergenza che ha aumentato i divari sociali, rendendo ancora più urgente la necessità di garantire pari opportunità ai gruppi sociali più fragili”.

“Fin dall’inizio della pandemia - ha spiegato -, grazie anche alle azioni intraprese con partner di alto livello, l’obiettivo è stato quello di raggiungere i più deboli, i ragazzi a rischio dispersione scolastica, quelli che vivono in condizioni di svantaggio. Un lavoro spesso poco visibile, che si svolge nelle periferie, lontano dagli sguardi della maggior parte dei cittadini, che tocca milioni di bambine e bambini, ragazze e ragazzi che non hanno tutti i mezzi che dovrebbero e di cui lo Stato ha il dovere di occuparsi”.
Nel 2020 il Ministero ha stanziato più di 66 milioni per il contrasto alle povertà educative tra interventi e progetti contro la dispersione, il potenziamento dell’offerta formativa, gli investimenti per garantire connessioni e pc a chi non li ha per la didattica a distanza, il ripristino di aule e strutture vandalizzate. “Per il 2021 – ha aggiunto la Ministra - abbiamo altri 118 milioni da destinare a questi obiettivi in collaborazione con il Terzo settore e l’Associazionismo: i prossimi mesi saranno cruciali per rafforzare la nostra azione affinché nessuno resti indietro”.

La Presidente di UNICEF Italia, Carmela Pace, a sua volta, ha spiegato che:“La povertà educativa priva i bambini e i ragazzi delle opportunità cui hanno diritto e richiede soluzioni che utilizzino un approccio organico e sistemico. Garantire a ogni bambino, bambina e adolescente la realizzazione delle proprie potenzialità è un ‘bene comune’ di cui tutti siamo responsabili”.

Nel suo intervento, Cesare Moreno, Presidente dell’associazione Maestri di Strada Onlus, ha aggiunto: “Abbiamo capito che la situazione era grave e ci siamo dati da fare. Abbiamo sviluppato programmi con oltre 150 partecipanti. Interventi socio-educativi dentro e fuori la scuola nelle periferie di Napoli, per prevenire la dispersione e promuovere l’inclusione sociale e la cittadinanza attiva. Anche così abbiamo promosso la responsabilità nei nostri ragazzi”.

Per Raffaela Milano, Direttrice dei programmi Italia-Europa di Save the Children, “la crisi che stiamo vivendo ha reso ancora più evidente l’importanza di costruire alleanze educative. Abbiamo visto la scuola entrare dentro le case, i genitori chiedere sostegno agli insegnanti e gli insegnanti rivolgersi agli operatori del Terzo settore, con questi ultimi impegnati ogni giorno a rintracciare bambini e ragazzi che erano fuori dal radar delle scuole. Si tratta di un patrimonio molto prezioso che non deve andare disperso”

Sulla stessa linea Floriana Fanizza, responsabile Donne Impresa Coldiretti,Claudia Fiaschi, portavoce Forum Nazionale Terzo Settore,Paola Carnevale, Dirigente scolastica Istituto comprensivo Eugenio Montale di Scampia, Gianni Maddaloni, maestro di Judo che collabora con l’IC “Montale” di Scampia in un progetto contro la dispersione, Daniela Mercante, dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo Portella della Ginestra di Vittoria, Olimpia Pasolini, Dirigente scolastica Istituto Vittorio Veneto di Napoli.

È stato firmato il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri con le nuove misure per il contenimento della diffusione del COVID-19. 

Di seguito, la sintesi di quanto previsto per la scuola. 

 

Misure valide su tutto il territorio nazionale:

- Le scuole secondarie di secondo grado adottano forme flessibili nell’organizzazione didattica in modo che, a decorrere dal 18 gennaio 2021, almeno al 50% e fino ad un massimo del 75% della popolazione studentesca sia garantita l’attività didattica in presenza, fatte salve le diverse disposizioni individuate da singole Regioni. La rimanente parte dell’attività si svolgerà a distanza. Resta garantita la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o per garantire l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità o con bisogni educativi speciali. 

- Nei servizi educativi per l’infanzia, nelle scuole dell’infanzia e nel primo ciclo di istruzione (scuole primarie e secondarie di I grado) la didattica continua a svolgersi integralmente in presenza. È obbligatorio l’uso di dispositivi di protezione delle vie respiratorie, fatta eccezione per i bambini di età inferiore ai 6 anni e per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina. 

- È possibile lo svolgimento in presenza delle prove concorsuali selettive, con un numero di candidati non superiore a 30 per ciascuna sessione o sede di prova. Saranno quindi ricalendarizzate le prove del concorso straordinario per la secondaria di I e II grado interrotte a novembre e si darà avvio gradualmente allo svolgimento delle prove delle altre procedure concorsuali.

- Restano sospesi i viaggi d'istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche, fatte salve le attività inerenti i percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento (PCTO). 

- Le riunioni degli organi collegiali potranno svolgersi a distanza. 

 

Misure per i territori con scenari di maggiore gravità:

Nelle aree caratterizzate da uno scenario di “massima gravità e da un livello di rischio alto”, cosiddette zone rosse, restano in presenza i servizi educativi per l’infanzia, la scuola dell’infanzia, la primaria e il primo anno della scuola secondaria di primo grado.  

Le attività didattiche in tutti gli altri casi si svolgeranno esclusivamente con modalità a distanza. Resta comunque salva la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o per garantire l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e in generale con bisogni educativi speciali. 

Le disposizioni del Dpcm si applicano dalla data del 16 gennaio 2021, in sostituzione del Dpcm del 3 dicembre 2020, e sono efficaci fino al 5 marzo 2021.

EUROFORMSCUOLA.it

Tutte le proposte di preparazione ai concorsi del personale scolastico Dirigenti, Docenti, direttore SGA

Consulta  http://www.euroformscuola.it/

Euroformscuola è il portale e-learning di EuroedizioniTorino.

Tutti i corsi disponibili. SCARICA L'ALLEGATO

1) Corso di preparazione al Concorso per Dirigenti Tecnici del Ministero dell'Istruzione

Offerta speciale corso completo costo € 450,00

Il pacchetto completo comprende:

· Corso di 48 videolezioni fruibile da subito - Costo del singolo corso € 200,00

Il corso comprende tutti gli argomenti di base, di seguito elencati,  oggetto delle prove di concorso, con allegati tutti i materiali  utilizzati dai docenti e scaricabili. 

· Corso di 20 webinar che sarà attivato con l'uscita del Bando di concorso - Costo del singolo corso € 200,00.

Il corso sarà centrato  su temi specifici di approfondimento, in vista della preparazione alla prova di preselezione e soprattutto alle prove scritte. Saranno trattati gli argomenti chiave oggetto del concorso per il superamento delle prove d'esame, con il commento e la correzione di tracce di temi che saranno assegnati ai corsisti.

· Offerta dei seguenti tre testi costo € 120,00

 

CALLA’, VENUTI, Guida alla prova di  Preselezione  concorso per Dirigente Tecnico - Esercitazione  su  oltre 2500 Test a risposta multipla per la prova di preselezione su tutte le materie del concorso - Edizione 2020, € 30.00

CALLA', TOSIANI, ARMONE, Manuale per la preparazione al concorso per Dirigente Tecnico del MIUR, Testo completo con tutti gli argomenti oggetto del concorso, Edizione 2020, pagine 1200, € 70,00.

CALLA', Codice delle leggi della scuola - Testo di legislazione scolastica ad uso concorso - Il testo è utilizzabile durante le prove scritte del concorso per Ispettore Tecnico, Pagine 1280, € 35,00

 

·Tutti  i test a risposta multipla offerti sul  simulatore on line

I test a risposta multipla sono offerti sulla nostra piattaforma di e-learning www.euroformscuola.itin modo da facilitare l’autoapprendimento per la prova preselettiva prevista dal concorso. 

Grazie al simulatore Test online  sarà possibile esercitarsi alla prova rispondendo a quesiti a risposta multipla, ripassare gli argomenti, coniugare lo studio teorico con la verifica della propria preparazione oltre a simulare lo svolgimento della prova stessa.

 

 

2) Corso di preparazione al Concorso per Dirigenti Tecnici del Ministero dell'Istruzione

Costo del corso € 200,00.

IL CORSO DI PREPARAZIONE DI BASE E' COSTITUITO DA 48  WEBINAR
DELLA DURATA TOTALE DI 90 ORE SUPPORTATE DA SLIDES 

Contenuti del corso

 Il corso comprende tutti gli argomenti di base, di seguito elencati,  oggetto delle prove di concorso, con allegati tutti i materiali  utilizzati dai docenti e scaricabili:

1)  L'amministrazione della pubblica istruzione  - organizzazione- autonomia scolastica- funzioni del dirigente - organi collegiali - piano dell'offerta formativa
2) Diritto amministrativo  - l'organizzazione amministrativa- situazioni giuridiche soggettive- discrezionalità  amministrativa

3) Diritto amministrativo- gerarchica e competenza- il silenzio amministrativo
4) Diritto amministrativo : il provvedimento amministrativo - elementi e requisiti - provvedimenti tipici delle istituzioni scolastiche
5)  La riforma del procedimento amministrativo

6) Predisposizione e gestione del programma annuale

7) Diritto di accesso  - il rapporto del diritto di accesso con la privacy- l'accesso civico
8) Patologia dell'atto amministrativo  - l'autotutela in ambito scolastico- annullamento d'ufficio e revoca
9) Contenzioso in ambito scolastico -  i ricorsi amministrativi e la tutela giurisdizionale
10) Rapporto di lavoro del personale docente- i principali istituti del rapporto di lavoro- applicazione ccnl 2018 personale supplente
11) Rapporto di lavoro del personale ata  - contratto di assunzione- assenze trattamento giuridico ed economico- applicazione ccnl 2018
12)  Conto consuntivo- la gestione dei residui _ il servizio di tesoreria  la tenuta delle scritture contabili
13)  L'attività negoziale delle istituzioni scolastiche -  i contratti che possono stipulare le istituzioni scolastiche- procedure di gara- determina a contrarre criteri di aggiudicazione - stipula del contratto
14) La tutela giurisdizionale amministrativa -  il ricorso avanti al tar- il ricorso in appello - il processo amministrativo- i poteri del giudice ordinario nei confronti degli atti della p:a.
15) Icontrolli interni alle istituzioni scolastiche

16) Le obbligazioni e le fonti delle obbligazioni

17) Le cause di prelazione ed i mezzi di conservazione delle garanzie patrimoniali

18) La disciplina del contratto - elementi e requisiti

19)La disciplina del contratto - cause di risoluzione

20) La disciplina dei contratti tipici della scuola

21) La responsabilità  del personale scolastico - penale - civile- amministrativa - contabile

22) Gli enti locali territoriali - funzioni e competenze in materia scolastica

23) Gli ambienti di apprendimento

24) La gestione delle risorse umane: il profilo giuridico

25)  I documenti di pianificazione e i regolamenti interni per la gestione della scuola

26 La valutazione autentica degli apprendimenti e delle competenze

27) Le responsabilità  del personale scolastico e del dirigente

28)  La gestione delle risorse umane: il profilo organizzativo tra valorizzazione e sviluppo

29) Gestione e governo degli istituti scolastici: gli organi decisionali nella scuola

30)  Il curricolo d'istituto e la progettazione didattica per competenze

31) Il dirigente scolastico e la gestione dei processi educativi

32)  Dopo la legge 107: il Miur e il governo degli istituti scolastici autonomi, la gestione del dirigente e del middle management

33)  La certificazione delle competenze: dal quadro europeo a quello italiano.

34)  Evoluzione del sistema scolastico fino ai nostri giorni

35)  La formazione in servizio e i diversi livelli di progettazione e gestione

36) Procedimento disciplinare e sanzioni a carico del personale e degli alunni

37)  L'organizzazione degli istituti professionali

38) L'istruzione degli adulti, dalle norme agli aspetti formativi

39)  L'autonomia di ricerca e sperimentazione per innovare la didattica

40)  La formazione pre-scolare: 0-6 nei decreti attuativi

41) La valutazione ed autovalutazione del personale, degli apprendimenti e dei sistemi e processi educativi

42) Le tecnologie digitali; informazioni essenziali sul loro funzionamento

43) L'istruzione tecnica

44) Le tecnologia digitali come potenziamento degli ambienti di apprendimento

45)  Il sistema dei licei, le indicazioni nazionali e la sperimentazione del quadriennio

46)   Le indicazioni nazionali per la scuola dell'infanzia e del primo ciclo

47) La legge 107: organizzare l'offerta formativa tra PTOF, RAV, PDM

48) I sistemi educativi dei paesi dell'unione europea.

 

3) Test a risposta multipla per superare la Prova di Preselezione Concorso per Dirigenti Tecnici del Ministero dell'Istruzione

Costo dei test a risposta multipla € 30,00

La nostra offerta comprende

·       Una Guida con oltre 2500 Test a risposta multipla commentati su tutte le materie del concorso

Questo servizio viene offerto:

- in modalità solo on line a soli 20,00 euro

- in modalità on line più testo cartaceo a soli 30,00

Caratteristiche della nuova versione del  Simulatore

I test a risposta multipla sono offerti sulla nostra piattaforma di e-learning www.euroformscuola.itin modo da facilitare l’autoapprendimento per la prova preselettiva prevista dal concorso. 

Grazie al simulatore Test online  sarà possibile esercitarsi alla prova rispondendo a quesiti a risposta multipla, ripassare gli argomenti, coniugare lo studio teorico con la verifica della propria preparazione oltre a simulare lo svolgimento della prova stessa.

I test a risposta multipla sono erogati secondo le seguenti modalità:

·       La modalità a materia singola, in cui il nostro sistema proporrà una scheda di 10 quiz casuali sempre diversa per ogni volta che si ripeterà il test. Questa modalità, proposta senza limiti di tempo, è pensata per migliorare la preparazione di una singola materia. Le esercitazioni relative a questa modalità contengono il suffisso "(10 Quiz Casuali)" nel nome. 

  • La modalità simulazione d'esame, in cui saranno replicate le stesse condizioni dell'esame. Ovvero 100 domande estratte seguendo i criteri dell’esame su tutte le materie del concorso da rispondere in 100 minuti di tempo. La modalità simulazione d'esame è pensata per ultimare la preparazione alla prova preselettiva affrontando le domande negli stessi limiti di tempo previsti nel giorno dell'esame. Il nostro sistema terrà quindi conto del tempo previsto per lo svolgimento della prova che terminerà una volta che tutte le domande saranno state risposte o quando il tempo sarà scaduto. Ogni qual volta si proverà una simulazione d'esame il nostro sistema proporrà una selezione delle domande sempre diversa è quindi consigliato riprovare più volte questa modalità per migliorare la preparazione. 

Al termine dello svolgimento di ogni modalità verrà mostrato il punteggio ottenuto durante la prova e sarà inoltre possibile visualizzare lo storico dei punteggi ottenuti nella stessa modalità in modo da poter valutare l'andamento della propria preparazione.

 

 

4) Corso di preparazione al concorso

 ordinario e straordinario docenti

La nostra proposta formativa prevede:

  • Corso on line di 35 webinar  fruibile da subito finalizzato al superamento della prova di preselezione  e della prova scritta  sugli argomenti delle avvertenze generali  comuni a tutte le classi di concorso: competenze psico-pedagogiche e metodologie didattiche  progettazione curricolare delle discipline e la legislazione scolastica. I webinar corredati dalle slide utilizzate dai docenti possono essere ascoltati quanto si vuole e per il tempo che si vuole.

·       UNA  GUIDA  COMPLETA AL CONCORSO PER I DOCENTI DELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO a cura di IVANA SUMMA di 370 pagine  - Avvertenze generali per tutte le classi di concorso: competenze psico-pedagogiche e metodologie didattiche   progettazione curricolare delle discipline, Legislazione scolastica.  Il testo è corredato con esercitazioni di test a risposta multipla di logica, competenze didattico/metodologiche  e legislazione scolastica

·       Oltre 600 test on line a risposta multipla di logica, comprensione del testo, inglese  e legislazione scolastica per affrontare la prova di preselezione. I test a risposta multipla  sono offerti on line  per consentire l’autoapprendimento e la simulazione della prova della preselezione computer based.  Grazie al simulatore on line sarà possibile esercitarsi alla prova rispondendo a quesiti a risposta multipla, ripassare gli argomenti, coniugare lo studio teorico con la verifica della propria preparazione oltre a simulare lo svolgimento della prova stessa.

Offerta speciale corso completo costo € 150,00

 

 

 

5) Corso di preparazione al concorso per Direttori SGA delle istituzioni scolastici

Corso completo di preparazione al concorso per direttore SGA delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado articolato su tre moduli:

MODULO 1:  Preparazione alla prova di Preselezione

Il corso per la preparazione alla prova di preselezione è costituito da 27 webinar su tutte le materie del concorso. Costo del corso 200,00 euro

MODULO 2: Preparazione alle Prove scritte

Il corso per la preparazione alle prove scritte è costituito da 22 webinar su tutte le materie del concorso.

Costo del corso 200,00 euro

MODULO 3: Preparazione alla Prova orale

Il corso per la preparazione alla prova orale è costituito da 15 webinar su tutte le materie del concorso.

Nel corso dei webinar saranno affrontati e discussi solo casi di scuola inerenti le funzioni del Direttore sga

Costo del corso 100,00 euro

Il corso completo con i 3 moduli costa solo 400,00 euro.

I relatori che hanno curato le lezioni sono: Anna Armone, Rocco Callà, Maria Rosaria Tosiani.

Le video lezioni possono essere ascoltate dal proprio PC, Tablet, o  smartphone, quando si vuole per tutto il tempo che si vuole. Possono essere scaricati tutti i materiali utilizzati dai docenti durante le lezioni.

 

 

6) Test a risposta multipla per superare la Prova di Preselezione Concorso per Direttori SGA

La nostra offerta comprende

 

·       Guida alla prova di  Preselezione concorso per Direttore SGA     

Il testo edizione 2019, di 780 pagine, contiene  oltre 2200 Test a risposta multipla commentati per la prova di preselezione su tutte le materie del concorso.

Questo servizio viene offerto:

- in modalità solo on line a soli 20,00 euro

- in modalità on line più testo cartaceo commentato a soli 30,00

I test a risposta multipla sono offerti sulla nostra piattaforma di e-learning www.euroformscuola.itin modo da facilitare l’autoapprendimento per la prova preselettiva prevista dal concorso. 

Grazie al simulatore Test online  sarà possibile esercitarsi alla prova rispondendo a quesiti a risposta multipla, ripassare gli argomenti, coniugare lo studio teorico con la verifica della propria preparazione oltre a simulare lo svolgimento della prova stessa.


 

Allegati:
Scarica questo file (CONCORSI - EUROFORMSCUOLA.pdf)CONCORSI - EUROFORMSCUOLA.pdf[ ]976 kB

Copyright © 2010 Euroedizioni Torino
Via G. Amati 116/7 - 10078 Venaria Reale (TO)
Tel. +39 0112264714 Fax. +39 011 2730803 P.I. 07009890018

Questo sito web utilizza i cookie per essere sicuri di ottenere la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo